Skip to content

Come andare in bici se nevica

19 dicembre 2010

Giorgio si prepara a iniziare la mattina di consegne con il Bullit (consegne Cargo)

Giorgio si prepara a iniziare la mattina di consegne con il Bullit (consegne Cargo). Photo: Daniele Federico


Ondata di freddo e maltempo. Traffico in delirio e tanti impegni da portare a termine.

Da bambini la neve ci piaceva tantissimo, adesso non sempre, soprattutto quando aggiunge difficoltà su difficoltà. L’ultima settimana è stata particolarmente difficile qui a Milano dove una nevicata, neppure tanto intensa, e temperature sotto lo zero hanno fortemente rallentanto auto e mezzi pubblici.

Noi di UBM ci siamo impegnati a concludere gli ordini della settimana, nel gelo e tra le auto bloccate, ricordandoci che tanti altri Urban Bike Messengers da molti anni offrono un servizio di qualità a New York e in diverse città del nord Europa molto più fredde della nostra!

Come sempre sono i dettagli a fare la differenza. Negli anni abbiamo imparato tutta una serie di accortezze e consigli per muoverci in queste situazioni. E allora li condividiamo con voi:

Modelli. I migliori per andare su ghiaccio e neve sono le Ciclocross e le Mountain Bike, com’è facile immaginare. In ogni caso vanno meglio le bici ibride, come ad esempio quelle da corsa con ruote adatte alla situazione.

Ruote: sconsigliatissime le ruote lisce. Es. le “Fat Franck”, sono abbastanza larghe, e fanno presa sul terreno, ma in caso di ghiaccio e neve diventano pericolose, oltre che inutili. I copertoni possono essere larghi, ma soprattutto devono essere tassellati.

Serie sterzo. È la parte di forcella che ruota, permettendo al manubrio di girare. Se il movimento non è fluido e manca il terreno a dare stabilità alla ruota, rischiamo brusche chiuse del manubrio. E relative cadute.

Freni. Quelli a bacchetta possono perdere parte della forza di attrito quando si bagnano.

Come guidare. Moderare la velocità ed evitare scatti in frenata, ma anche in partenza. Se poi si ha proprio fretta non fare curve piegando (a meno che non siate tra gli attori di Jackass…).

Per guidare su neve e ghiaccio serve molta esperienza e controllo sul mezzo, ovviamente non è semplice. Gli Urban Bike Messengers hanno delle bici da pista Cinelli, modelli “Gazzetta” con copertoni tassellati.

Come le consegne in bicicletta stanno cambiando (certe) abitudini

12 dicembre 2010

I corrieri in bici per le commissioni quotidiane.
“Ma non trasportavate la corrispondenza per le aziende?”
Certo, ma spesso delle persone ci chiamano per delle richieste inaspettate :

Curiosità: siamo andati a ritirare degli esiti di esami per una persona malata che non poteva uscire di casa e il corrire ha dovuto anche fare una fila di attesa bella lunga: chiamavano il n° 8 e lui era il 39!!! Mannaggia!!! – Roberto Peia

Altre volte consegniamo un mazzo di fiori per un innamorato che vuole stupire la sua tipa; le chiavi di casa all’impiegato smemorato, il telefonino, etc… Quindi non solo aziende e corrispondenza ordinaria (regali aziendali, modellini originali, vestiti per servizi fotografici, documenti originali firmati… ), ma anche i casi straordinari nella quotidianità di ciascuno di noi. Quando velocità e agilità possono affrontare qualsiasi condizione di traffico e meteo.

Magari è presto per dire che gli Urban Bike Messengers stanno cambiando le abitudini di chi vive e lavora in città. Quello dei corrieri in bici è un fenomeno giovanissimo in Italia e ancora tutto da sviluppare. Però se guardiamo alle città dove i Bicycle Messengers hanno avuto origine scopriamo che il tutto è nato negli anni ’70 a New York e a San Francisco, in particolare, ed ha avuto la sua fase di maggior crescita negli anni anni ’90, durante il boom delle biciclette. Un movimento che nel tempo si è arricchito di mille sfaccettature e subculture fatte di gare, Alleycat, corrieri con biciclette a scatto fisso (fixed-gear), di spoke-card, abbigliamento e borse di varia natura. In un mondo sempre più digitale e dove l’ambientalismo passa da presa di coscienza a vera e propria necessità, la bicicletta rappresenta un paradigma, uno stile di vita o, se preferiamo, un bel modo di riappropriarsi dell’ambiente circostante.

I say: to correct serious misuses of capital…hire a courier immediately. But that’s just what I think. – twocitiestwowheels.blogspot.com

Per quelli che sono curiosi, ma che non ancora provato il servizio di UBM, ricordiamo che ha Natale abbiamo attivato un’offerta interessante: andate sulla pagina di Sblocca il tuo business.

Photo: ProfDEH

Urban Bike Messengers: pedalate con check-in

5 dicembre 2010

Milano, 6 Dicembre 2010: le temperature ci dicono che questa settimana siamo entrati nel pieno dell’inverno. Quale momento migliore per fare un resoconto delle consegne di una settimana? Visto che siamo nel pieno della nostra operazione natalizia ‘Sblocca il tuo business’ iniziamo raccontarvi come va:

Come vedete dalla prima chart in alto (statistiche fornite da Foursquare) abbiamo segnalato la posizione dei nostri corrieri in 6 giorni sull’intera settimana. Abbiamo pensato di iniziare piano piano, per vedere come andava, intensificando il numero dei check-in in mezzo alla settimana. Notate che il 75% dei luoghi è nuovo su Foursquare, infatti non solo stiamo segnalando le nostre consegne, ma costruiamo una parte dell’identità online dei nostri stessi clienti, registrando il loro ufficio o esercizio commerciale su uno dei Social network più cool del momento.

Leggi tutto…

Lo sport sceglie Urban Bike Messengers

28 novembre 2010

Matteo e la sua Mystic Bootleg. Photo: True StoriesSiamo ciclisti (pedalatori), corridori, giocatori di basket, calcio, atleti… lo sport è il nostro pane quotidiano. Mettiamo passione in quello che facciamo, così nel nostro lavoro ed è anche per questo che sono in molti a condividere la nostra visione.

Perché lo sport è un modo di essere.

Certo, il primo motivo per il quale un’azienda ci sceglie è il nostro servizio sempre puntuale, efficiente ed ecologico 😉 Ma non si può negare che esistono realtà con cui condividiamo i valori e la passione per lo sport. Sono alcuni dei nostri più affezionati clienti. Ad esempio Bastard, abbigliamento dedicato a streetwear per skaters e snowboarder che a breve lancerà una nuova collezione dedicata proprio agli Urban Bike Messengers e noi non vediamo l’ora di vederla!

La scorsa settimana, Matteo è passato da Cinelli, il nostro fornitore di bici, un’azienda nata nel 1948, dal sogno di Cino Cinelli. Da quell’incontro è nato un post per il loro blog (seguiteli!), TrueStories:

“La prima cosa che ho notato è stata la vernice consumata del suo telaio Mystic: è sempre un piacere vedere il nero opaco diventare lucido per effetto di milioni di sfregature di un pantalone da ciclista. Glorious stock setup ridden to hell”.

L'articolo su RollingStone Magazine
Altro marchio che ci fornisce l’attrezzatura tecnica è Le Coq Sportif, un nome che rappresenta stile, qualità, ma anche attenzione allo sport e alle sue radici. Sono tra gli sponsor de L’Eroica, la competizione che da decenni si corre in Toscana, rigorosamente con bici storiche. Vi sono quattro percorsi possibili (35, 70, 130 o 205 km nella versione originale) Roberto, ha partecipato due anni fa alla vera edizione de L’Eroica, la più lunga. In quell’occasione Le Coq Sportif Italia aveva messo su una squadra eccellente (che poi avrebbe vinto) vestendo i propri ciclisti con le maglie storiche (le vedete nell’immagine):

“Si corre in bici d’epoca – racconta Roberto – quindi con i cambi sul tubo obliquo, fili esterni e pedali con gabbiette. È la gara più massacrante alla quale abbia mai partecipato: a parte che si corre con bici non performanti, il 75% del percorso è su strada bianca (non asfaltata) e in quella zona del senese è pieno di trattori che con i cingoli scassano le strade. In più alcuni pezzi sono anche al 18% in salita.”

E per finire, oggi vi parliamo di Enervit. L’azienda fu fondata dal dottor Paolo Sorbini: farmacista, proveniente da una famiglia di “speziali” di Montepulciano che iniziò importando prodotti farmaceutici a base di estratti fitoterapici. Da quando hanno spostato il loro negozio di Milano in viale Achille Papa 30, meno facile da raggiungere, si sono rivolti a noi. Adesso distribuiamo regolarmente per i loro clienti, maratoneti, triatleti e molti altri sportivi che hanno regolarmente bisogno degli integratori alimentari.
Esistono molte altre aziende del settore sportivo che si rivolgono a noi per le loro consegne. Continueremo a raccontarvi le loro/nostre storie.

La tua azienda fa il Bilancio Sociale annuale? Un altro motivo per scegliere Urban Bike Messengers

22 novembre 2010

Tutti noi sappiamo che le aziende ‘brave’, ovvero quelle che s’impegnano a creare un modello sostenibile e a basso impatto ambientale godono di alcuni vantaggi. Scegliere le consegne di UBM significa fare un scelta di responsabilità sociale, che può essere inclusa nel cosiddetto ‘bilancio sociale aziendale’. Esistono agevolazioni fiscali previste, caso per caso, per le imprese che ogni giorno fanno qualcosa di concreto per l’ambiente.

Ma cos’è un bilancio sociale? E un bilancio ambientale?
Il Bilancio Sociale è un documento che l’azienda, associazione o ente redige e pubblica volontariamente per comunicare il proprio ruolo in campo sociale e ambientale. Serve a migliorare la reputazione d’impresa, il legame con il pubblico e gli con interlocutori sociali, detti stakeholder. È un documento consuntivo, da compilare periodicamente, di solito, alla fine di ogni esercizio. Esistono varie tipologie di bilancio sociale, tra queste, il bilancio ambientale sta prendendo sempre più importanza per i motivi che noi tutti sappiamo…

Il primo passo per redigere il proprio bilancio sociale è coinvolgere la struttura interna dell’azienda e affidarne la cura a un gruppo di lavoro, dopodiché bisogna individuare gli stakeholder (a chi farà piacere sapere che per le nostre consegne utilizziamo gli Urban Bike Messengers?). Da qui è necessario attivare un dialogo, una relazione con i nostri clienti, partner, fornitori, etc… è importante capire che la rendicontazione sociale non è un semplice documento, ma un processo relazionale, in cui si crea con il proprio pubblico di riferimento un’idea condivisa di gestione sostenibile delle attività (proprio come facciamo noi tutti i giorni).

Alla fine si passa alla scrittura nero su bianco del documento. Il fascicolo o brochure risultante è il momento di un processo più ampio. Infine vi suggeriamo alcune risorse online per chi vuole approfondire l’argomento:
www.gruppobilanciosociale.org
www.bilanciosociale.it
www.bilanciosociale.cameradicommercio.it

Save the world save the budget 😉

Photo: swanksalot

UBM al convegno sul Futuro della Terra

17 novembre 2010


Ieri, 16 novembre, a Milano abbiamo partecipato al convegno Progettare, lavorare, pensare. Il Futuro della Terra. Si è parlato di come i Green Jobs rappresentino una delle risposte più concrete alla domanda occupazionale per diversi profili professionali: operai, artigiani, imprenditori, tecnici, manager.
Tra gli ospiti d’onore c’era l’attivista ambientale ed ecofemminista Vandana Shiva e alcuni casi studio di aziende green. C’eravamo anche noi, gli Urban Bike Messengers. Roberto, il presidente, ha raccontato la nostra idea di impresa sostenibile. Per noi fare consegne in bicicletta significa molte cose: dare una risposta concreta alla crisi, ai problemi di mobilità e di inquinamento. Vogliamo cambiare le cose e farlo partendo da noi stessi.

www.progettogjusti.it

Sblocca il tuo business: si parte!

15 novembre 2010

thegoodones

Vi annunciamo, con una certa trepidazione, l’inizio dell’operazione ‘Sblocca il tuo business’: consegne scontate e localizzazione sui Social network.

A partire da oggi e fino alla vigilia di Natale potete avere il nostro servizio di consegne in bici acquistando tre tipologie di carnet consegne a prezzi scontati:

12 SPECIALE UBM – Basta un giro e sarai conquistato

10 consegne + 2 in regalo a € 54.20 + IVA (12 € 4.52 cad)
Per una busta o per un pacco regalo, prova questo carnet: effettuerai 12 consegne rapide e originali, anche nelle ore di punta e nelle zone più congestionate dal traffico, sapendo di non recare danno all’ambiente.

29 SPECIALE UBM – Prestazioni premium a prezzi da circo

25 consegne + 4 in regalo a € 125.00 + IVA (29 a € 4.31 cad)
Utilizza questo carnet per 29 consegne in città. Siamo i corrieri più agili e affidabili con qualsiasi tempo e trasporteremo per te tutto quello che entra nelle nostre borse hi-tech (cm 50 i x 31 a x 18 p).

100 VELOCE UBM – Tutto business in tutta la città

100 consegne, e le veloci a metà prezzo, a € 459.00 + IVA (100 a € 4.59 cad)
Le tue consegne veloci a metà prezzo: 1 tagliando al posto di 2. Se la tua azienda non ha tempo da perdere e ha a cuore la sostenibilità socio-ambientale, scegli la nostra alternativa a impatto zero.

Sappiamo bene che questo è un periodo particolare, in cui un servizio di consegne impeccabile come quello di UBM può tornare utile e noi vogliamo dare il meglio per farci conoscere da tutta la città di Milano.
Per questo da oggi parte la novità numero due: infatti chi si iscriverà al profilo di Urban Bike Messengers su Facebook potrà conoscere la posizione dei nostri corrieri in bicicletta in tempo reale. Come? Proseguite con la lettura.

In pratica chi di voi è iscritto al nostro profilo Facebook, vedrà comparire le consegne effettuate nelle propria sede. Noi ci occuperemo di registrare la posizione del vostro negozio, ufficio o sede su Facebook Places. Non dovete fare nulla! Parteciperete a una innovativa campagna di comunicazione online sui social network.

Quindi ricordate:

1. Iscrivetevi qui e qui (più siamo meglio è ;))

2. Ordinate uno dei tre carnet scrivendo a ubmsocial@gmail.com indicando il nome con cui ti sei iscritto,
il carnet che desideri ordinare e un recapito telefonico.

3. Noi penseremo al resto.